Mi trovo costretto ad un pubblico annuncio per evitare che il silenzio tenuto sino ad oggi in attesa che l’Autorità Giudiziaria si pronunciasse sulla causa in corso tra ACLI e il sottoscritto venga ulteriormente frainteso, strumentalizzato e la mia persona ricoperta di insulti e minacce. 

La mostra mercato del fumetto RIMINICOMIX organizzata per le giornate dal 21 al 24 luglio a Rimini non si svolgerà e ciò in osservanza di un provvedimento giudiziale che ha disposto il divieto della duplicazione dell’evento RIMINICOMIX in data diverse e da parte di organizzazioni diverse. 

Non c’è stata alcuna burla da parte mia e dei miei collaboratori, come qualcuno ha sostenuto, né la volontà di creare confusione ma soltanto il necessario riserbo che in situazioni come queste è dovuto. 

Purtroppo l’autonoma manifestazione organizzata da ACLI, dopo la fine della nostra collaborazione, ci ha preceduto nelle date (dal 14 al 17 luglio) ed è questa la ragione per la quale mi è stato inibito di organizzare una seconda RIMINICOMIX nelle date successive dal 21-24 luglio. 

Sono profondamente rammaricato di dover rinunciare quest’anno ad un evento che ha segnato una tappa importante nella mia carriera artistica e professionale ma auspico che si possano chiarire in futuro, anzi nel più breve tempo possibile, i torti e le ragioni e che io possa tornare presto ad incontrare il mio pubblico.   

Egisto Quinti Seriacopi